Home
Visita ai cantieri in Irpinia
CAIRANO BORGO BIOLOGICO

Cairano è un borgo italiano di 300 abitanti nell’entroterra appenninico, al confine tra Campania e Basilicata,  a pochi km. dall’epicentro del sisma che distrusse Irpinia e Lucania nel 1980. A 800 metri di altitudine, in cima ad un meteorite piantato tra campi di grano; in un  paesaggio alto-collinare, disabitato, vuoto. A valle un fiume e una ferrovia; 3.000 abitanti alla fine dell’800. Luogo d’interesse archeologico che testimonia di scambi culturali tra Tirreno e Adriatico nella Fossakultur (VIII sec. aC); presidio inespugnabile, consorziato ai sanniti contro l’egemonia di Roma

A metà luglio 2017, nell’ambito delle attività del Master Lumsa di II livello CasaClima-Bioarchitettura, siamo giunti in auto a Cairano (Av), unico mezzo possibile in quanto non ci arrivano autobus di linea e la ferrovia è stata dismessa 7 anni fa.  Giunti al Paese, fatto di strade strette, selciati storici e scalette, si è subito colpiti dalla presenza dei fiori che adornano ogni scorcio e rimarcano l’interazione tra abitanti e costruito. Qui il tempo si dilata, le relazioni si rafforzano e la percezione dello spazio si moltiplica fino ad avere la sensazione che quello spazio è infinito e confina solo con il cielo

 

Coordinati dall'arch. Verderosa siamo introdotti al cantiere che da subito ci viene presentato come un "cantiere medievale". Difatti qui non ci sono macchine edili, si lavora prevalentemente con le mani e con attrezzature essenziali. Nei fabbricati che presentavano meno danni statici come si è verificato nel comparto a valle, detto ‘Sotto-Chiesa’, si è conservato quanto più possibile andando a ‘migliorare’ la difesa sismica delle murature portanti; sono stati comunque in gran parte sostituiti i vecchi solai in putrelle di ferro e laterizio con travi e tavolato lamellare prodotto da una famosa azienda che opera a pochi km. dal cantiere. Invece, nel comparto a monte, detto ‘Castello’, laddove la malta era completamente deteriorata e le pietre si potevano smontare a mani nude (come testimoniato nei filmati che circolano anche in rete), sono state ricostruite le murature, listandole per sottolinearne l’innovazione e conseguendo così l’adeguamento sismico.

 

Alcune foto della visita

 

 

 

 

 

L'articolo intero e altre immagini saranno pubblicate sul prossimo numero di Bioarchitettura 

 

 

 
© 2008 Master CasaClima-Bio | Template by Joomla Templates
Banner
Copyright © 2017 Master CasaClima-Bio. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.